TOP 5 WEDNESDAY | I classici del futuro!

Salve a tutti, lettori!
Oggi è tempo di un nuovo TOP 5 WEDNESDAY, una rubrica creata da Gingerreadslainey, una youtuber americana.
Secondo questa rubrica, ogni mercoledì del mese, bisogna rispondere a cinque domande relative a determinati argomenti, sempre nel contesto dei libri, ovviamente.
Lascio il link del gruppo su GoodReads, nel caso in cui qualche blogger/youtuber voglia unirsi e partecipare.

No, non è un miraggio. Pertanto, sì, avete letto bene: è tornata la rubrica del Top Five Wednesday! Dopo mesi e mesi di assenza, ho finalmente trovato un argomento che mi piaccia: questo mercoledì, quindi, vi parlo di cinque libri che, secondo la mia modesta opinione, in futuro saranno considerati classici della letteratura. 🙂

Ormai, lo sapete tutti: se, almeno una volta al giorno, non parlo di Stephen King, non sono contenta. Però, sì, credo fermamente che, in un futuro nemmeno tanto remoto, IT, il capolavoro indiscusso del Re del Terrore, sarà considerato un vero e proprio classico della letteratura contemporanea. Alla luce di questa mia convinzione, quindi, non vi farete mica trovare impreparati, vero? Andatelo a leggere va, così potrete dire di averlo letto in tempi non sospetti. Se volete saperne qualcosa in più, comunque, vi lascio qui la mia recensione, naturalmente spoiler-free.

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

Un altro di quei libri che, le generazioni del futuro considereranno classici, sarà sicuramente The Help di Kathryn Stockett, uno dei libri più belli che abbia mai avuto la fortuna di leggere. Conosciutissima anche grazie alla splendida trasposizione cinematografica, è una storia che in nessun caso può lasciare indifferenti e che, secondo il mio parere, dovrebbero leggere tutti almeno una volta nella vita. Davvero. Anche in questo caso, per quelle due o tre persone che non sanno di cosa sto parlando, ho qui la mia recensione priva di spoiler.

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

L’evoluzione di Calpurnia è un libro decisamente meno conosciuto rispetto ai primi due di cui vi ho già parlato, ma, senza alcun dubbio, è altrettanto bello e appassionante. Il libro d’esordio di Jacqueline Kelly, infatti, è riuscito a conquistarmi a tal punto che, ormai, non faccio altro che consigliarlo, ogni volta che ne ho l’occasione. È un libro meravigliosamente scritto, saturo di quella nostalgia per i tempi andati così tipica dei romanzi ambientati a cavallo tra il vecchio e il nuovo secolo, con una protagonista che, ve lo assicuro, non dimenticherete facilmente. Anche in questo caso, ecco qui la mia recensione senza spoiler, nel caso in cui vogliate saperne qualcosa in più.

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

In questo caso, non so bene se, effettivamente, il libro di cui mi accingo a parlarvi sarà mai ritenuto un classico in futuro, fatto sta che, io sarei immensamente felice, se Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides, lo diventasse. Se seguite il blog da un po’, saprete che questa lettura è entrata a far parte dei libri più belli che ho letto l’anno scorso, quindi, trovarlo anche qui, non vi stupirà di certo. Se ancora non l’avete letto, per favore, fatelo. Capirete sicuramente di cosa sto parlando. Ovviamente, per chi se la fosse persa, ecco qui la mia recensione, come sempre, priva di spoiler.

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

Sì, lo so che L’incubo di Hill House, della mia adorata Shirlery Jackson, è già considerato un classico della letteratura gotica, ma io vorrei davvero che, tra qualche anno, venisse considerato un classico della letteratura mondiale, a prescindere dal genere a cui appartiene. Ho già avuto modo di dirvelo tante volte, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: per ragioni che mi sono del tutto ignote, la Jackson è estremamente sottovalutata, e sono del parere che sia giunta l’ora di fare qualcosa a riguardo. Come? Beh, intanto, eccovi qui la mia recensione. Per tutto il resto, c’è Mastercard… ehm, volevo dire Amazon.

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

Come al solito, se siete interessati ad acquistare uno o più dei libri di cui vi ho parlato, sotto ognuno di loro, trovate il link diretto all’acquisto su Amazon. Essendo io un’affiliata del sito, nel caso in cui decideste di comprare qualcosa attraverso il mio link, a me arriverebbe una piccola commissione da parte di Amazon stesso, quindi, a me farebbe davvero davvero piacere. Grazie a chi lo farà!
In ogni caso, alla prossima e buone letture, 

Precedente Citazioni della settimana! #15 Successivo I CALL MYSELF A FEMINIST #2: Calpurnia Virginia Tate

Lascia una recensione

4 Commenti on "TOP 5 WEDNESDAY | I classici del futuro!"

avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Giorgia
Ospite

The help è un libro bellissimo che apprezzo molto. E il film è stato meraviglioso. Le vergini suicide è un po strong come tematica, ma mi ha lasciato l’amaro in bocca come è scritto, ok non poteva essere la loro voce, però secondo me il protagonista si perde in discorsi alle volte che non servono e poi ci sono cose che non comprendo come possa sapere non vivendo in casa con loro. Il film è davvero molto bello, se non lo hai visto, fallo ne vale la pena!

QuestioneDiLibri
Ospite

Il film devo assolutamente vederlo, anche perché in tantissimi me ne hanno parlato più che bene. 🙂

Giorgia L
Ospite

Sì, ti conviene proprio. E secondo me ne rimarrai contenta visto che ti piace molto il libro.

QuestioneDiLibri
Ospite

Sicuramente! 🙂

wpDiscuz