Recensione de “Il mondo che non vedi” di Laura Rocca

Salve a tutti, lettori!
Come state?
Oggi, ho pensato di proporvi la recensione del libro d’esordio una collega blogger.
Si tratta de “Il mondo che non vedi”, il primo volume de Le Cronistorie degli Elementi, saga urban fantasy nata dalla penna di Laura Rocca.

LE-CRONISTORIE-DEGLI-ELEMENTI-Il-mondo-che-non-vedi-1-718x1024TRAMA

Celine, diciottenne timida e schiva, dopo la morte dei suoi genitori adottivi, accetta l’ospitalità del suo migliore amico Matteo diventando in seguito la sua ragazza.
Dopo l’ennesimo evento spiacevole si risveglia in lei una strana energia che la disorienta. Turbata attraversa la laguna di Venezia rifugiandosi nella casa della sua infanzia, ma lì la tristezza l’assale. Il meraviglioso giardino dei suoi ricordi è ormai arido. Piangendo poggia la mano sulla terra spoglia causando qualcosa di inimmaginabile: un’energia sconosciuta fuoriesce dal suo corpo e tutto riprende vita lasciandola incredula e spaventata.
In poche ore la sua esistenza verrà stravolta intrecciandosi a filo doppio a quella di Aidan e dei Custodi degli Elementi, una razza che può usare gli elementi per contrastare Fàs, il malvagio Spirito del Vuoto. Conoscerà un mondo di cui fino a ieri non sapeva nulla e di cui anche lei scoprirà essere parte. Molte domande esigeranno risposta e la strada da percorrere sarà lunga e richiederà a Celine di mettere in gioco se stessa come mai aveva fatto prima.

ghirigoroIl mondo che non vedi è uno dei libri d’esordio che più ho apprezzato in questo 2015. Avere finalmente avuto la possibilità di immergermi in una nuova avventura dalle tinte fantasy è stata, per me, una gran bella cosa. Essendo, da sempre, una fan di questo genere, sono dell’idea che un libro come questo non dovreste lasciarvelo scappare.

Nel momento in cui ho conosciuto Celine, ho capito che non l’avrei lasciata andare tanto facilmente.
Vedete, lei è quel tipo di personaggio a cui il lettore può davvero rapportarsi e sentirsi vicino.
Celine non ha paura di seguire il suo istinto, è forte e caparbia. Non teme le avversità, ma le affronta sempre a testa alta.
Come è normale, i momenti di difficoltà non sono mancati nel corso degli avvenimenti, e a mio parere, ciò non ha fatto altro che rendere la figura di Celine ancora più realistica e verosimile agli occhi del lettore.

“Celine si sentiva sopraffatta, le sembrava che tutta la sua vita si stesse contraendo, che i respiri fossero solo aridi raschi, che l’aria sapesse di fumo acre. Non sapeva cosa le stava accadendo, sentiva in lei una strana forza e sapeva che se non l’avesse fatta scorrere sarebbe morta; che l’avrebbe fatta implodere.”

Mente Celine è ancora impegnata a districarsi all’interno del nuovo mondo che le si è aperto davanti, fa la conoscenza di Aidan, uno dei Custodi degli Elementi. Tra i due nascerà un legame molto profondo, capace di tenermi ancora più incollata allo schermo del computer, desiderosa di leggere, leggere e leggere ancora.
La cosa che più mi è piaciuta del rapporto tra Celine e Aidan, è il fatto che sia basato su un determinato equilibrio in cui nessuna delle due parti è dipendente dall’altra. Ci tengo davvero a sottolinearlo perché, per me, è un aspetto che conta moltissimo all’interno di qualsiasi tipo di relazione.

“Chiuse e riaprì gli occhi nel tentativo di liberarsi di quella che sicuramente era una visione poi, la forza del potere che sentì scorrerle dentro all’improvviso strappò ogni pensiero consapevole dalla sua mente e Celine si lasciò andare alla deriva travolta da quelle sensazioni.”

Lo stile di scrittura di Laura è sinceramente molto efficace ai fini della storia. Le descrizioni, mai pesanti, rappresentano, a mio parere, la vera marcia in più. Chi bazzica nel mondo del fantasy, sa bene che questo genere non è nulla se non supportato da descrizioni che siano in grado di mostrare al lettore l’idea dell’autore ma, allo stesso tempo, che gli lascino lo spazio necessario per far andare l’immaginazione.
Detto ciò, non posso fare altro che rinnovare i miei complimenti a Laura Rocca e augurarle il meglio per la sua carriera.
Quanto a voi, lettori, potete tranquillamente aggiungere Il mondo che non vedi alla vostra lista dei libri da leggere. Non ve ne pentirete.

5-Star_rating_system_PCAR_011 (1)

SCHEDA

Titolo: Il mondo che non vedi – Le Cronistorie degli Elementi
Autore: Laura Rocca
Prezzo: Euro 0.99 (ebook)
Pagine: 633
Genere: Urban Fantasy
Casa editrice: Self Publishing
Data di Pubblicazione: 10 Luglio 2015

Qualcuno di voi ha già letto questo libro?
In tal caso, fatemi sapere cosa ne pensate! 🙂
Alla prossima e buone letture, questione di libri

Precedente EDIZIONI CLANDESTINE | Novità! Successivo CURIOSITA' | Autori che, secondo me, non sono famosi abbastanza!

Lascia una recensione

2 Commenti on "Recensione de “Il mondo che non vedi” di Laura Rocca"

avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Lexla Laura
Ospite

Grazie mille per la recensione accurata Clarissa e per aver voluto leggere il mio libro, grazie per la fiducia e per averci creduto!

QuestioneDiLibri
Ospite

Ancora grazie a te per avermi permesso di leggere il tuo libro! 🙂

wpDiscuz