I PREFERITI DEL MESE | Maggio 2017

Buon pomeriggio a tutti, cari lettori!
Sì, è arrivato il momento: oggi, si parla dei miei preferiti del mese di maggio. 🙂

IL LIBRO DEL MESE:

Sotto il punto di vista delle letture, maggio, finora, si è rivelato essere il mese peggiore. Un po’, perché, dovendo studiare per un esame, ho potuto leggere davvero poco per quelli che sono i miei standard, e un po’, perché, quel poco che ho letto, non mi ha fatto impazzire, anzi. Fortunatamente, però, qualcosa si è salvato: sto parlando de L’esorcista, grande classico della letteratura horror nato dalla penna di William Peter Blatty. Ho deciso che non lo recensirò, perché non credo che un libro del genere abbia bisogno di presentazioni, ma ci tengo particolarmente a consigliarvene la lettura: davvero ottimo.

✿ IL FILM/ LA SERIE TV DEL MESE:

La serie tv che mi ha accompagnata durante il mese di maggio, e che mi sono impegnata a centellinare per non trangugiarla subito, è stata Broadchurch. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, si tratta di una serie poliziesca britannica che ruota intorno alla scomparsa e al successivo ritrovamento del corpo del giovane Danny Latimer. Il cast principale è composto da David Tennant (aah, il mio Dottore) e Olivia Colman, rispettivamente nei panni del detective ispettore Alec Hardy e del sergente Ellie Miller. Devo ammettere che, per qualche tempo, nonostante diverse mie amiche continuassero a consigliarmi di iniziarla, l’ho spudoratamente snobbata… e, ora, mi prenderei a testate da sola. Mi piace tantissimo, e, se anche voi apprezzate il genere, dovete assolutamente guardarla. E poi, dai, c’è David Tennant. Suvvia.

✿ LA CANZONE DEL MESE:

Per la prima volta, da quando ho iniziato a postare la rubrica dei preferiti del mese, devo ammettere di non avere una canzone di cui parlarvi. Non c’è stata una colonna sonora in particolare, infatti, che mi abbia colpita positivamente. Come ovviare a questo “problema”? Consigliandovi le mie band preferite, ovviamente: probabilmente, la maggior parte di voi, non ne ha idea, ma il mio gruppo preferito in assoluto sono i Beatles. Lo sono da diversi anni, ormai, e so con assoluta certezza, che lo saranno sempre. Subito dopo, ci sono gli Oasis, che adoro e che reputo una delle band più sottovalutate della storia. Ma il mio amore per la musica britannica, non finisce qui: Gli Smiths, i Rolling Stones, gli Arctic Monkeys, i Bastille, i Led Zeppelin… sì, questo è il mio mondo.

✿ IL RICORDO DEL MESE:

Aaah, questa categoria, è estremamente facile: il mio ricordo del mese non può essere altro che il Salone del Libro di Torino. Quest’anno, infatti, per la prima volta, sono riuscita a parteciparvi, a respirare l’odore e l’amore per i libri, a incontrare dal vivo autori che seguo e persone che, come me, vivono questa passione a trecentosessanta gradi, e con cui avevo parlato solo attraverso lo schermo di un pc. È stata un’esperienza a dir poco entusiasmante, che mi ha fatto apprezzare ancora di più questo ambiente, che raccomando a chiunque condivida questo mio interesse e che io, in primis, ripeterò sicuramente.
Se ve lo siete perso, vi lascio qui il mio bottino libresco maturato nei giorni del Salone.

✿ L’ACQUISTO DEL MESE:

Il tanto atteso arrivo di un meraviglioso gattino, può rientrare in questa categoria? Non ne sono assolutamente certa, ma, dal momento che sono contentissima di presentarvi la mia piccola Anais, spero che, questa volta, chiuderete un occhio. Dato che è stata trovata, per caso, senza la sua mamma, non so, di preciso, quanto abbia, dovrebbe avere circa un mese e mezzo, ma, dato che non ho certezze in questo senso, ho deciso che il suo compleanno cadrà il giorno esatto in cui è entrata a far parte della mia famiglia: il 17 maggio. Me ne sono innamorata fin dal primissimo momento e, ora, nonostante i pochi giorni di conoscenza, già non riesco a farne a meno.

Come è stato, il vostro maggio? Siete stati al Salone del Libro? Avete fatto qualche lettura particolarmente interessante? Fatemi sapere!
Alla prossima e buone letture, 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Recensione de "La donna di ghiaccio" di Robert Bryndza Successivo PARLIAMONE | Libri usati: La tomba dell'editoria?

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz