PANORAMI D’INCHIOSTRO | Benvenuti a Derry, Maine.

Buongiorno a tutti, cari lettori!
L’articolo di oggi è particolarmente speciale: dal 23 aprile al 31 maggio, infatti, in tutte le regioni italiane, i lettori saranno protagonisti di dibattiti, incontri, presentazioni, mostre e mille altri eventi imperdibili che potete sbirciare sul sito ufficiale Il maggio dei libri.

Con alcune amiche blogger, abbiamo deciso di dar vita a due diversi appuntamenti dedicati al mondo di carta che tanto amiamo, incentrati su alcuni dei temi che caratterizzano la nuova edizione del Maggio dei Libri: Panorami d’inchiostro (15 – 20 maggio) è dedicato ai paesaggi letterari, ossia quelle descrizioni di luoghi reali o fantastici che ci fanno sognare ad occhi aperti. Ricordi d’inchiostro (22 – 28 maggio) è perfetto per tutti coloro che adorano gli anniversari di vita e scrittura degli autori che popolano i nostri scaffali.
Segnate sulla vostra agendina colorata le Tappe che abbiamo preparato per voi, non vediamo l’ora di mostrarvi ciò su cui confabuliamo da giorni. 🙂

Il mio Panorami d’inchiostro non poteva non essere dedicato a uno dei luoghi letterari in cui è nato il mio amore per la lettura.
Sto parlando di Derry, nel Maine: la mia casa lontano da casa. Ma dove si trova, Derry? Innanzitutto, bisogna dire che è una cittadina fittizia, tratteggiata sulla falsa riga di Bangor vicino a cui, a livello geografico, sarebbe situata città in cui risiede lo stesso Stephen King insieme alle moglie, Tabitha.

E ora, di grazia, cos’è che rende Derry una cittadina così importante all’interno della letteratura Kinghiana? Molti anni prima che i primissimi abitanti misero piede in quella che, più tardi, sarebbe diventata la città di Derry, IT, atterrato sulla terra a seguito di un’esplosione, ne rivendicò l’appartenenza. Da quel momento in avanti, attraverso apparizioni che avvengono a intervalli di circa trent’anni l’una dall’altra, IT, assumendo la forma di ciò che più terrorizza le sue vittime, è in grado di infestarne ogni centimetro. Tra le sue forme, la più conosciuta è, indubbiamente, quella di Pennywise il clown. Ciononostante, la lettura del libro suggerisce la possibilità che la vera forma di IT, la vera forma del mostro, sia Derry stessa. Tra i luoghi più importanti, quelli in cui avviene la maggior parte delle manifestazioni di IT, possiamo includere: la zona di campagna dei Barren, il luogo di ritrovo del Club dei Perdenti, i sette protagonisti; le Ferriere Kitchener, dove, durante una caccia alle uova di Pasqua, morì inspiegabilmente un gruppo di bambini; La Cisterna, la quale venne chiusa dopo che alcuni bambini vi annegarono.

“Grazie a quel cibo nutriente, It conduceva la sua esistenza in un semplice ciclo di veglia per mangiare e sonno per sognare. Aveva creato un luogo a sua immagine e lo rimirava con orgoglio dai pozzi neri che aveva per occhi. Derry era il suo mattatoio, la popolazione di Derry erano le sue greggi.”

Se pensavate davvero che, una volta lette tutte le 1315 pagine che compongono quest’opera meravigliosamente mastodontica, non avreste più sentito parlare di Derry, siete incredibilmente fuori strada. Il Re, infatti, ha fatto di questa piccola realtà americana un vero e proprio punto cardine della sua produzione letteraria. Esatto, la vita di Derry non finisce qui, ma continua ad andare avanti in diversi volumi della sua bibliografia:

  • Insomnia: ambientato otto anni dopo la fine di IT.
  • Mucchio d’ossa: una parte delle vicende narrate si svolge proprio a Derry, luogo dal quale il protagonista, Mike Noonan, si trasferisce per cambiare aria dopo la morte della moglie.
  • L’acchiappasogni: Nonostante l’ambientazione non sia esattamente quella di Derry, alcune scene si svolgono proprio lì.
  • Le creature del buio: Anche in questo caso, sebbene la realtà principale sia Haven, Derry viene nominata più volte.
  • L’uomo in fuga: verso la fine, il protagonista sorvola Derry a bordo di un aereo.
  • 22/11/’63: durante uno dei suoi viaggi nel passato, Jake Epping giunge nella Derry del 1958 e incontra Richie Tozier e Beverly Marsh, due dei protagonisti principali di IT.

E voi, ci siete mai stati, a Derry? Fatemi sapere!
Alla prossima e buone letture, 

Precedente Citazioni della settimana #17 Successivo SOMMERSA DAI LIBRI | Acquisti di maggio – Salone del Libro!

Lascia una recensione

17 Commenti on "PANORAMI D’INCHIOSTRO | Benvenuti a Derry, Maine."

avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Sara
Ospite

Ps: Sono milioni di particelle

Sara
Ospite

Non conoscevo questo libro ma ne ho sentito parlare ed è assolutamente una bella tappa.

Amaranth
Ospite

Ciao! Sto iniziando a prendere in considerazione l’idea di scoprire King, di leggerlo. Devo dire, però, che è la tua scelta, la tua casa lontano da casa, è davvero particolare, un po’ da brividi…

Ella di Libri e librai
Ospite
Ella di Libri e librai

Ciao, di questo autore non ho mai letto nulla >.<, troppo fifona ma vorrei provare tanto a leggerlo =), bel post =)!

Leryn
Ospite

Ciao! Confesso di essere molto ignorante sulla scrittura di King, non essendo esattamente il mio genere non mi sono mai soffermata tanto sui suoi romanzi.
Grazie per averlo scelto, ho potuto farmi un’idea di libri di cui tutti parlano XD
Guardando le varie tappe è bello vedere che tutti i generi siano stati trattati, così come romanzi recenti e grandi classici.
Ottimo lavoro ragazze del blogtour 😀
Un salutone
Leryn

wpDiscuz