DOMINO LETTERARIO | Recensione de “L’evoluzione di Calpurnia” di Jacquelini Kelly

Buongiorno a tutti, cari lettori!
Per la rubrica del Domino Letterario del mese di marzo, vi propongo la mia recensione de “L’evoluzione di Calpurnia” di Jacqueline Kelly.

TRAMA

Nei prati riarsi della calda stagione texana, Calpurnia non può fare a meno di notare che le cavallette gialle sono molto, molto più grandi delle cavallette verdi. Perché? Sono di due specie diverse? Calpurnia ha sentito parlare del libro di un certo Darwin, in cui si spiega l’origine delle specie animali. Forse può trovare quel libro nella biblioteca pubblica? Sì, ma la bibliotecaria non glielo vuole mostrare. Poco male, quel libro si trova anche a casa sua: nello studio del nonno, il libero pensatore della famiglia. Accompagnata dal nonno e dal libro proibito, Calpurnia riuscirà a scoprire i segreti delle diverse specie di animali, dell’acqua e della terra. E scoprirà anche se stessa.

Fentress, Texas, 1899. Calpurnia Virginia Tate, undici anni e unica femmina in mezzo a sei fratelli maschi, sa esattamente cosa vuole dalla vita: proprio come suo nonno, il capitano Walter Tate, un uomo un po’ burbero che preferisce la compagnia dei libri a quella degli esseri umani, intende dedicare la propria esistenza alla scienza. Una scelta piuttosto insolita, per una ragazzina che si prepara a fare il suo ingresso nel nuovo secolo, ma Calpurnia ha le idee ben chiare. Non le piacciono né i merletti né le faticose ore al pianoforte a cui sua madre la costringe, e non se la cava meglio in cucina, sotto la guida esperta di Viola, la fedele domestica dei Tate. Stimolata dalle discussioni sull’evoluzione della specie portate avanti da un certo Darwin, non c’è assolutamente niente di meglio, per Calpurnia, che passare le giornate a gironzolare nella vegetazione davanti casa. Piante, animali, insetti: un vero e proprio parco giochi. E ora che ha spezzato la dura corazza di suo nonno, Calpurnia scoprirà che c’è qualcun altro come lei, in questo mondo, e che no, non è sola.

“Un giorno avrei posseduto tutti i libri del mondo, scaffali e scaffali pieni. Avrei vissuto in una torre di libri. Avrei letto tutto il giorno mangiando pesche. E se qualche giovane cavaliere con l’armatura avesse osato passare col suo bianco destriero e mi avesse implorato di calargli la treccia, lo avrei bersagliato di noccioli di pesca finché non se ne fosse andato a casa.”

L’evoluzione di Calpurnia è uno di quei libri che, semmai ce ne fosse bisogno, ti fa ricordare perché ami così tanto la lettura. Perché preferisci rimanere a casa insieme a un bel libro e un tè caldo, piuttosto che uscire il sabato sera o qualsiasi altro giorno, se è per questo. Ma non solo: ti fa anche chiedere, probabilmente, per l’ennesima volta, come facciano, alcune persone, a non leggere. A non perdersi all’interno di una storia, all’interno di una vita intera… e finire, inevitabilmente, per farne parte. Perché è esattamente questo, quello che mi è successo con questo libro: ho distintamente sentito di farne parte, di conoscere Calpurnia e la sua grande famiglia, e di assaporare con lei la gioia di ogni scoperta, anche quella più piccola. Ho avuto l’impressione di vivere con loro, di condividere con loro la trepidante attesa per il nuovo anno, il 1900; ho sorseggiato una nuova bevanda chiamata “cocacola”, e ho anche messo piede all’interno di uno dei primi modelli di automobile mai creati. Insomma, chi rinuncerebbe a tutto questo?

“Che cos’è di preciso un naturalista? Non lo sapevo, ma decisi che per il resto dell’estate lo sarei stata”.

Non credo ci sia bisogno di dirlo, ma Jacqueline Kelly è entrata a far parte della classifica dei miei autori preferiti: ho adorato il suo stile di scrittura, la sua delicatezza, la sua ironia mai scontata. Il suo modo di usare le parole, la nostalgia che le pervade, è quanto di più bello abbia mai avuto la fortuna di incontrare nel mio percorso da lettrice.

SCHEDA

Titolo: L’evoluzione di Calpurnia
Autore: Jacqueline Kelly
Prezzo: Euro 16.80
Pagine: 287
Casa Editrice: Salani

[Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!]

Non dimenticate di passare a dare un’occhiata anche agli altri blog partecipanti al Domino Letterario di marzo!
Alla prossima e buone letture, 

Precedente I PREFERITI DEL MESE | Marzo 2017 Successivo SOMMERSA DAI LIBRI | Acquisti di marzo – parte 2!

Lascia una recensione

12 Commenti on "DOMINO LETTERARIO | Recensione de “L’evoluzione di Calpurnia” di Jacquelini Kelly"

avatar
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Marta
Ospite

Copertina meravigliosa e trama interessante!

QuestioneDiLibri
Ospite

🙂

Erika Medone
Ospite

Peccato, non rientra molto nel genere che mi piace comunque bella recensione 😉

QuestioneDiLibri
Ospite

Proprio un peccato, è uno dei libri più belli che abbia mai letto.

Il nostro angolo dei sogni
Ospite

Voglio assolutamente leggerlo, non lo conoscevo, ma la tua recensione mi ha convinta!

QuestioneDiLibri
Ospite

Non te ne pentirai. 🙂

stambergadinchiostro
Ospite

Wow! Sembra molto bello, dopo aver letto “Ladra di libri” non ho più incontrato personaggi appassionati di lettura sui romanzi che ho letto. Me lo segno subito, grazie!

QuestioneDiLibri
Ospite

Allora, fammi sapere cosa ne pensi, poi!

PS: Io, tra i due, preferisco decisamente “L’evoluzione di Calpurnia”. 🙂

La Nicchia Letteraria
Ospite

Ok, lo aggiungo alla wish list. Mi hai convinta già con la prima citazione che hai inserito 😉 <3

QuestioneDiLibri
Ospite

Ne sono felice. 🙂

wpDiscuz